Le esigenze dell’Ufficio Acquisti

Come valuto il generatore migliore?

Come scelgo quello più adatto?

​Le caratteristiche di cui tener conto

Come valuto il preventivo migliore?

Come responsabile dell’ufficio acquisti ti sarai spesso trovato a dover scegliere tra svariati preventivi. 

Come affrontare la scelta? 

Quali sono i parametri più importanti? 

Come orientarsi tra mille brand?

Scelta del generatore

Le caratteristiche principali

I parametri tecnici da tener a mente nella scelta di un generatore sono moltissimi.

Questi sono i 6 principali:

La quantità di vapore – detta anche portata – è rappresentata dai chilogrammi di vapore che il generatore riesce a produrre all’ora.

Per definirlo dovrai conoscere di quanto vapore ha bisogno la tua linea di produzione.

Per scegliere il generatore migliore, valuta l'andamento della richiesta di vapore giornaliera, e verifica che il generatore sia in grado di coprire anche i picchi.

La potenza installata è data dalla somma delle potenze dei singoli componenti che servono per far funzionare la caldaia. 

La potenza di ogni singolo componente non è altro che la quantità di energia che il macchinario ha bisogno per funzionare ogni secondo. 

Questa misura sarà fondamentale per calcolare quanto gas ma anche, indirettamente, quanta corrente elettrica consumerai ogni mese.

L’efficienza, invece, è una parametro che definisce quanta dell’energia che entra viene convertita in vapore, e quanta invece dispersa nell’ambiente sotto forma di calore. 

Associato alla potenza installata è un parametro fondamentale per valutare i costi della tua linea produttiva. 

Insieme alla potenza installata, rendimento e consumo di metano riuscirai a calcolare esattamente quanto ti costerà produrre il vapore necessario.

Come tutte le pressioni, definisce la quantità di gas presente in un certo volume. 

Ogni processo industriale e ogni produzione ha bisogno di specifici livelli di pressione, oltre che di portata. 

Ad esempio, un impianto produttivo per la pasta fresca può avere bisogno di 100kg/hr di vapore alla pressione di 12 bar. 

Valuta attentamente quindi il profilo di pressione richiesto dalla tua linea produttiva e confrontalo con quello della caldaia.

Quando si parla di emissioni nel campo delle caldaie industriali, ci si riferisce alla quantità di gas nocivi rilasciati nell’aria ad ogni ora.
Il limite massimo concesso per legge per gli ossidi di azoto (detti Nox) è di 100mg/m3.

Se la tua azienda risiede in aree particolari, come ad esempio il Piemonte, potrebbero esserci limiti più restrittivi.

Richiedi una consulenza se hai bisogno di chiedere ulteriori informazioni al riguardo.

Clicca e compila il form. 

Chi dice che le dimensioni non contano, mente. 

Le dimensioni contano, eccome. 

Se hai già definito dove dovrai installare la caldaia, verifica quanto spazio hai realmente a disposizione. 

Con lo spazio massimo disponibile è facile calcolare che tipo di generatore è possibile installare. 

Vuoi essere guidato nella scelta?

Come scegliere il produttore adatto?

Come orientarsi tra mille brand?

Esistono migliaia di modelli e tipologie diverse di generatori di vapori.

Una volta definita la quantità di vapore necessaria si possono individuare i diversi produttori. 

Ogni produttore possiede decine di modelli differenti a seconda delle diverse applicazioni, e della loro metodologia costruttiva.

La scelta del giusto partner sembra diventare una missione impossibile. 

Scarica la nostra guida pensata per aiutarti e orientarti nel vasto mercato delle caldaie industriali.

Ricevi gratuitamente la guida via email!

Hai altri problemi da risolvere in azienda?

Scopri anche quelli delle altre figure.

Titolare

Responsabile Produzione​

Responsabile Manutenzione

Energy Manager